Chiama il numero verde

Dall'Italia
800 150 150

Dall'estero
+39 051.6174267

Le terapie farmacologiche

Ecco le sostanze efficaci contro la caduta dei capelli

Di terapie farmacologiche ve ne sono diverse. In questa sede cercheremo di dare qualche dettaglio in più sulle due sostanze dalla efficacia comprovata; non a caso sono le due approvate dalla FDA (Food and Drugs Administration).
Visto che si possono trovare diversi protocolli e diversi modi di assumere le due sostanze, non ci soffermeremo sulle dosi o sulle modalità di utilizzo.

MINOXIDIL Il minoxidil agisce incoraggiando la fase Anagen del capello, anche se il preciso meccanismo molecolare è ancora oggetto di studio. Sembra comunque che stimoli i “cheratinociti” ad una maggiore crescita, stimolando quindi di fatto la crescita dei capelli e delle strutture dei capelli. Altri studi evidenziano come la molecola funzioni da potente vasodilatatore. Influenza inoltre i flussi di calcio che, è noto, possono determinare una diminuzione della fase di crescita del capello.
I risultati ovviamente variano da soggetto a soggetto; c’è chi testimonia una abbondante ricrescita (dopo un periodo di caduta anomala), chi una crescita moderata. C’è anche chi non ha trovato un gran giovamento, dichiarando comunque di non accusare più caduta dei capelli.
Come ogni farmaco ha degli effetti collaterali (anche questi variano da persona a persona, dalle dosi e dalla via di somministrazione): ipersensibilizzazione, dermatite, tachicardia.

FINASTERIDE Contrariamente al minoxidil, della finasteride si conosce esattamente come agisce: blocca l’enzima responsabile della conversione del Testosterone in Deidrotestosterone (conosciuto anche come DHT). Il dht può essere definito come il “fratello cattivo” del testosterone, è come se fosse una versione potenziata del testosterone e influenza negativamente la crescita dei nostri capelli. Il dht, su un capello sensibile alla sua azione, incide sulla fase anagen del capello.
La finasteride blocca questa trasformazione del testosterone in dht riducendo di fatto la sua azione sul capello.
Anche in questo caso i risultati possono variare da individuo ad individuo, ma generalmente si riscontra una ricrescita nei primi due anni, in seguito il farmaco serve solo ad un mantenimento dei risultati ottenuti.
Anche la finasteride può avere degli effetti collaterali, anche se come per il minoxidil sono transitori (si interrompono, interrompendo l’assunzione del farmaco). Nel caso della finasteride si parla di: calo della libido, difficoltà nel mantenere l’erezione. La finasteride comunque non dovrebbe essere assunta da donne in età fertile.

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

In relazione all'informativa di cui al decreto legge nr. 196/2003, esprimo/esprimiamo il consenso al trattamento dei miei/nostri dati personali da parte della Vostra società, per le finalità connesse all'attività di impresa. In nessun caso i dati dovranno essere ceduti a altri per utilizzi diversi da quelli inerente il rapporto con Cesare Ragazzi Laboratories e Layout Advertising Group. Esprimo/esprimiamo, inoltre, il consenso affinché il trattamento dei miei/nostri dati personali possa avvenire anche con modalità elettroniche e/o automatizzate idonee a collegare i dati stessi anche a quelli di altri soggetti, in base a criteri qualitativi, quantitativi e temporali, ricorrenti o definibili di volta in volta. Esprimo/esprimiamo altresì il consenso al trattamento dei miei/nostri dati personali da parte di società, enti o consorzi che Vi forniscano specifici servizi elaborativi ovvero svolgano attività funzionali a quella della Vostra società, nonché ai soggetti ai quali la facoltà di accedere ai miei/nostri dati personali sia riconosciuta da disposizioni di legge o di normativa secondaria o comunitaria.

Questo sito utilizza cookie, per saperne di più clicca qui. Cliccando su ok accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.