Chiama il numero verde

Dall'Italia
800 150 150

Dall'estero
+39 051.6174267

Area scientifica

CAPELLI E CUOIO CAPELLUTO

Tipologia e morfologia dei capelli

Nel valutare la tipologia e la morfologia dei capelli occorre considerare alcuni parametri ed alcune caratteristiche: forma, densità ed aspetto. La comparsa dei capelli sotto forma di lanuggine si ha durante il quarto mese di gravidanza.
I capelli crescono con una velocità di circa 0,3 mm al giorno, ossia 1 cm al mese. Essi si allungano  maggiormente nella donna. Tale crescita in ogni caso tende a diminuire con l'età. Questo ritmo di crescita dei capelli è più evidente nella fascia di età compresa tra i 10-11 anni e tra i 16-18 anni. Questi valori possono variare da soggetto a soggetto. Il ciclo di crescita dei capelli dura in media dai 2 ai 6 anni.
Esistono però delle eccezioni,  casi in cui esso può arrivare anche ai 10 anni. Alla fine di ogni ciclo, il capello cade e viene sostituito da un nuovo capello.

Oggigiorno le proprietà e le funzioni dei peli e dei capelli, sono di tipo sociale, sessuale e psicologico. Si è invece persa la funzione di protezione dagli agenti esterni o di termoregolazione tuttora presente negli animali da pelliccia.
Anche la lunghezza dei capelli varia molto da persona a persona. La loro lunghezza media non arriva mai oltre ad un metro. Bisogna tener presente però che ci sono soggetti che superano tale lunghezza.
Si possono distinguere tre tipologie di capelli a seconda della forma, a seconda dell'aspetto che il fusto può assumere sulla base ed a seconda della base della sua sezione capillare che risulta essere geneticamente determinata.

I capelli possono, quindi, essere:
1) cimotrici: ondulati o ricci a sezione ovale, tipici delle razze caucasiche (europee);
2) lissotrici: lisci e a sezione rotonda, tipici delle razze mongoliche (asiatiche);
3) ulotrici: lanosi e crespi a sezione piatta, tipici delle etnie nere (africane).

Tipologia e morfologia dei capelli

La popolazione più pelosa risulta essere quella caucasica, la popolazione mongoloide è invece la meno pelosa, mentre a metà si colloca la popolazione negroide.
I vari tipi di capelli sono diversi per forma, spessore e flessibilità, ma condividono tutti le stesse caratteristiche chimiche, con la cheratina che risulta essere l'elemento preponderante.
Lo spessore del capello varia in base alla etnia, e va da un minimo di 0,06 mm ad un massimo di 0,1 mm nelle razze orientali.  Infatti i capelli lissotrici (asiatici) hanno il diametro maggiore, seguiti dai capelli cimotrici (indoeuropei), mentre i capelli ulotrici (africani) sono generalmente i più sottili di tutti. Mediamente il diametro, che varia anche in base all'età, è di circa 70 micron (millesimi di millimetro).

Tutti i follicoli dei peli hanno un'angolazione rispetto all'epidermide. Infatti nel cuoio capelluto il capello spunta con una inclinazione di circa 75 gradi. La quantità dei follicoli presenti sul cuoio capelluto alla nascita è geneticamente determinata.
La densità dei capelli varia  a seconda delle zone del cuoio capelluto ed è in media di 150 capelli  per cm2. Inoltre la densità dei capelli è correlata al colore di questi. I capelli biondi sono in media 150 mila, i castani 110 mila, i neri 100 mila ed infine i rossi 90 mila. La popolazione totale dei capelli del cuoio capelluto è di circa centomila. La densità massima si ha nelle persone con capelli biondi, mentre la densità minima si ha nelle persone con i capelli rossi. I capelli saranno grossi, duri, fini o morbidi a seconda dello spessore della corteccia e della cuticola.

Il colore dei capelli è dato dalla melanina (sostanza colorata). Di essa ne esistono di due tipi: l'eumelanina presente nei capelli scuri (neri) e la feomelanina  presente invece nei capelli chiari (rossi, biondi, dorati).
Nei capelli biondi i pigmenti di melanina sono presenti nella sola cuticola, mentre nei colori che vanno dal castano al nero sono presenti anche nello strato midollare. Nei capelli rossi i pigmenti di melanina sono sostituiti da pigmenti solubili diffusi. I capelli sono anche ricchi di minerali che variano a seconda del colore. Infatti nei capelli rossi ritroviamo il ferro, il magnesio in quelli neri ed infine il piombo in quelli castani.

I capelli diventano bianchi per la perdita dello scambio enzimatico tra tiroxina ed i melanociti. In altre parole le cellule che producono la melanina non funzionano più in maniera corretta. I capelli possono anche cambiare colore improvvisamente per varie cause (spavento, malattie, ecc...)

Collaborazione scientifica del prof. Marco Toscani e del dott. Pasquale Fino, Cattedra di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, Policlinico Umberto I – Università "Sapienza" di Roma.

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

In relazione all'informativa di cui al decreto legge nr. 196/2003, esprimo/esprimiamo il consenso al trattamento dei miei/nostri dati personali da parte della Vostra società, per le finalità connesse all'attività di impresa. In nessun caso i dati dovranno essere ceduti a altri per utilizzi diversi da quelli inerente il rapporto con Cesare Ragazzi Laboratories e Layout Advertising Group. Esprimo/esprimiamo, inoltre, il consenso affinché il trattamento dei miei/nostri dati personali possa avvenire anche con modalità elettroniche e/o automatizzate idonee a collegare i dati stessi anche a quelli di altri soggetti, in base a criteri qualitativi, quantitativi e temporali, ricorrenti o definibili di volta in volta. Esprimo/esprimiamo altresì il consenso al trattamento dei miei/nostri dati personali da parte di società, enti o consorzi che Vi forniscano specifici servizi elaborativi ovvero svolgano attività funzionali a quella della Vostra società, nonché ai soggetti ai quali la facoltà di accedere ai miei/nostri dati personali sia riconosciuta da disposizioni di legge o di normativa secondaria o comunitaria.

Questo sito utilizza cookie, per saperne di più clicca qui. Cliccando su ok accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.